Pubblicazioni

Consulta il catalogo delle pubblicazioni sfogliando le varie tipologie e le varie collane

Prospezioni in territorio barocco napoletano

Autore
Renata d'Agostino

ISBN
978-88-86816-58-8

Pagine
156

Editore
phoebus edizioni

Collana
Paralipomeni - 5



Descrizione
Del medico e letterato napoletano Onofrio Riccio, attivo nella prima stagione barocca, autore di testi poetici e in prosa in volgare, latino e maccheronico, declinati sul doppio registro serio e faceto, l’autrice ha già in passato fornito un’articolata biografia insieme con un primo bilancio critico delle sue rime in lingua. Ora presenta due contributi che hanno come oggetto nuovi lacerti rinvenuti del corpus sommerso ricciano: un divertente capriccio maccheronico su base dialettale, di argomento antiuxorio, esempio di una brillante sperimentazione accademica prodotta dalla contaminazione di forme, modelli e generi differenti della tradizione, ed una ricca silloge poetica di testi adespoti in latino e in maccheronico, nei quali si riconosce una persistente e inconfondibile presenza del gusto e della vis inventiva dell’autore partenopeo.

Biografia dell'autore
Renata D’Agostino ha lavorato presso il Dipartimento di Filologia Moderna dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. È membro del Consiglio Direttivo dell’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento Meridionale e socio del Centro Pio Rajna. Ha condotto indagini su autori del Seicento di area centro-settentrionale (Alessandro Tassoni, Ferrante Carli, Tommaso Stigliani) e meridionale (Onofrio Riccio). Ancora in ambito secentesco, ha studiato aspetti della produzione poetica e accademica napoletana. Ha prodotto contributi critici su riviste specializzate e atti di convegno. È autrice di due lavori monografici: Tassoni contro Stigliani. Le “Bellezze” del ‘Mondo Nuovo’ (Napoli, Loffredo, 1983) e Impegno intellettuale e pratica della poesia in Onofrio Riccio (Napoli, Dante & Descartes, 2000).